Le scorte aiutano il greggio

Segnali di frenata per il trend ribassista del greggio sulla scia del calo delle scorte di benzina Usa. Il barile ha così riconquistato quota 59 dollari. I fondi hanno invece monetizzato i profitti sui metalli, ma oro e zinco hanno subito solo limature frazionali. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 623,20 dollari l’oncia mentre lo zinco ha chiuso a 4.485 dollari per tonnellata. Sui mercati americani il mais ha segnato il massimo dei 10 anni.