«Le scorte non bastano Vanno puniti i colpevoli»

«L’essere accompagnate a casa o a prendere il taxi non è certo la soluzione al problema degli stupri». Sulla questione sicurezza interviene Carmine Abagnale, presidente dell'Associazione poliziotti italiani, consigliere comunale di Forza Italia e vicepresidente della Commissione sicurezza a Palazzo Marino. è lui a spiegare che il problema «non si risolve trovando dei palliativi ma cercando di risolvere la questione alla radice: prima di tutto bisogna fare in modo che chi delinque non abbia scampo e questo non si risolve con gli indulti ma con la certezza della pena - continua Abagnale -. Non ci possiamo permettere di far nascere l’idea che chi delinque comunque non andrà il galera, perché questa, purtroppo, è la convinzione di tanta gente». Altro problema è quello del controllo del territorio. «Fin quando le forze dell'ordine non si appropriano del territorio chi delinque ha terra facile: per fare ciò gli agenti devono essere impiegati effettivamente per il controllo del territorio e non in una miriade di servizi di ordine pubblico e delle volte perfino al servizio di privati, come il servizio allo stadio o per manifestazioni tutte a fini di lucro». C’è infine da tenere in considerazione e lo stato d'animo in cui lavorano le forze dell'ordine e la magistratura, «che con una semplice decisione del governo si sono visto annullare anni e anni di lavoro senza poter battere ciglio».