Scotland Yard bloccò l’inchiesta sul brasiliano

Londra. È bufera sul capo della polizia londinese Ian Blair dopo le ultime rivelazioni sull’uccisione del giovane brasiliano Jean Charles de Menezes all’interno della metropolitana londinese. Ieri nuovi dettagli scottanti sono emersi sulla gestione del caso. Ian Blair - scrive il Guardian - avrebbe cercato di bloccare l’inchiesta indipendente sull’operazione del 22 luglio, preoccupato dell’«impatto negativo» che avrebbe avuto sulla sicurezza nazionale, sui servizi segreti e sugli uomini del corpo speciale. L’Ipcc, la commissione indipendente per le denunce sulla polizia - secondo le rivelazioni del Guardian, che cita un documento della polizia inglese - «è stato tenuto lontano» dal luogo dell’uccisione. «Una decisione - puntualizza il quotidiano - che contrasta con la consuetudine che vuole che l’Ipcc arrivi sul luogo dell’indagine in poche ore».
Ora gli avvocati della famiglia del giovane brasiliano chiedono l’apertura di un’inchiesta pubblica e le dimissioni del capo di Scotland Yard Ian Blair. Secondo i documenti dell’Ipcc, de Menezes non indossava un cappotto sospetto e si sarebbe fermato quando gli agenti speciali glielo hanno chiesto.