Scotland Yard smarriscedossier sulle Olimpiadi 2012

<p>Nei documenti, ritrovati da un pendolare e consegnati al <em>Sun</em>, particolari sulle misure di sicurezza che saranno adottate per i giochi olimpici, numeri di telefono e date delle esercitazioni di sicurezza</p>

Vatti a fidare di Scotland Yard. Il Metropolitan Police Service, una volta sinonimo di britannica serietà e servizio impeccabile, non deve avere ottenuto chissà quale pubblicità, e forse anzi una buona dose di imbarazzo, dall'aver smarrito un dossier riservato su un treno di pendolari nel Kent.

Il documento, un'analisi piuttosto dettagliata dei piani per la sicurezza che saranno adottati nei prossimi Giochi Olimpici di Londra, sono stati trovati e recuperati - tra lo stupore - da un comune passeggero, che non ha esitato a consegnare il plico al The Sun, garantendo al tabloid uno scoop sicuro. Il Sun si è poi naturalmente premurato di restituire alla polizia il documento, ma non prima di avere pubblicato il contenuto, comprese date delle esercitazioni di sicurezza e numeri di cellulare di alcuni responsabili della gestione sicurezza.

Tra l'imbarazzo generale, Scotland Yard ha spiegato che un agente aveva effettivamente denunciato lo smarrimento di una borsa di documenti, che non avrebbero però, secondo la polizia britannica, avuto un'"importanza operativa".

E se già questo caso è quantomeno eclatante, non è neppure isolato. Già nel 2008 un rapporto che i servizi segreti avevano redatto su operazioni di Al Qaida venne smarrito in metropolitana, finendo nella mani della Bbc. E per non farsi mancare nulla, il giorno dopo gli agenti persero pure un dossier sulle politiche riservate del governo contro la minaccia del terrorismo globale.