Scotti: stasera sarà una bella sfida

Lui non si spaventerebbe in ogni caso. È il simbolo della serenità e dell’uomo che ha fatto pace con la vita e pure con una professione ad altissimo rischio nevrosi: quella del conduttore televisivo. Però per Gerry Scotti la sfida che a chiunque farebbe tremare i polsi - quella di stasera contro la finale di Sanremo - non è un grande problema: visto come stanno andando gli ascolti del Festival, la sua Corrida non ha molto da temere. «Sarei contento se raggiungessi un bel venti per cento di share - spiega -. E devo dire che contro chiunque siamo andati, da Fiorello, alla Carrà, a Bonolis, il nostro show ha sempre mantenuto il suo pubblico. Anche contro le Olimpiadi abbiamo perso soltanto un punto e questo, vista la passione che ha scatenato negli italiani, ci soddisfa. Anche perché quando ci sono eventi così importanti è anche giusto farsi da parte».