Scritte sataniche su chiese a Ventimiglia

Torna la minaccia dei riti satanici nell’estremo ponente ligure. Scritte e simboli dal significato esoterico sono comparsi la notte scorsa in diversi punti delle chiese di San Nicola da Tolentino e Sant’Agostino, a Ventimiglia. Ignoti hanno preso di mira gli edifici di culto con uno spray di colore nero, imbrattandoli in più parti: dal portone di ingresso, alle facciate, al tappetino che accompagna i fedeli, al retro. In tutti i casi sono stati incisi pentagrammi, croci rovesciate e diverse scritte.
Il parroco di San Nicola, don Franco Marinelli, e anche quello di Sant’Agostino hanno già cancellato le scritte utilizzando dei solventi, ma a quanto pare non si tratta della prima volta che le due chiese vengono prese d’assalto da gruppi satanici o pseudo tali. Sono in corso anche indagini per accertare l’esistenza di gruppi dediti a messe nere cui attribuire i raid o per verificare la possibilità che in alcuni casi si tratti di gravi e pesanti goliardate.
I timori sono legati anche al fatto che azioni di questo tipo possano prendere di mira i cimiteri della zona con la profanazione di tombe o con la celebrazione di presunti riti di magia nera.