Uno scrittore da sempre in prima linea

Arturo Pérez reverte ha iniziato la sua carriera come giornalista. Dopo aver conseguito una laurea in Scienze politiche e giornalismo, ha lavorato dal 1973 al 1994 come reporter per giornali, radio e televisioni. È stato a lungo inviato di guerra. Tra i suoi reportage più noti quelli sulla guerra di Cipro, la guerra delle Falkland, la crisi del golfo. Nel 1986 ha pubblicato il suo primo romanzo El Húsar, ambientato durante le guerre napoleoniche. Il libro che però gli ha garantito il successo internazionale è stato Il maestro di scherma (in Italia pubblicato da Marco Tropea). All’inizio degli anni ’90 decide di abbandonare definitivamente la professione giornalistica per dedicarsi unicamente alla narrativa. Dal suo romanzo Il Club Dumas, pubblicato nel 1997 (in Italia uscito sempre per i tipi di Tropea), è stato tratto il film di Roman Polanski La nona porta, interpretato da Johnny Depp. Nel 2003 è diventato membro della «Real academia Española de la Lengua»,la più alta istituzione spagnola nell’ambito della lingua e della letteratura, presso la quale ha letto un discorso intitolato El habla de un bravo del siglo XVII. La sua scrittura viene spesso paragonata a quella di Joseph Conrad.