Lo scrittore spagnolo Tomas Segovia è morto ieri sera a Città del Messico

Segovia lasciò la Spagna giovanissimo per stabilirsi, da esiliato della guerra civile spagnola, come si considerava, in Messico nel corso dei primi anni Quaranta.

Lo scrittore spagnolo Tomas Segovia, visionario poeta della luce e della solitudine, è morto ieri sera a Città del Messico all'età di 84 anni in seguito ad un tumore. L'annuncio della scomparsa è stato dato oggi dall'Istituto nazionale di Belle Arti. Nato a Valencia nel 1927, Segovia lasciò la Spagna giovanissimo per stabilirsi, da esiliato della guerra civile spagnola, come si considerava, in Messico nel corso dei primi anni Quaranta. Il noto poeta fece ritorno in Spagna per la prima volta nel 1985. Segovia ha svolto un'importante opera editoriale e letteraria in Messico, ricompensata con importanti riconoscimenti, come il Premio Octavio Paz di poesia (2000), il Premio Juan Rulfo di letteratura latinoamericana (2005) e il Premio internazionale di poesia Federico Garcia Lorca (2008).