Scriverò solo quando gioco in casa

Con la presente chiedo a codesta spettabile redazione che mi sia riconosciuto l'impegno part time al 50%. Indicativamente una settimana sì una no, salvo esigenze di calendario. In pratica, ci sto quando giochiamo in casa. Intanto il ritornello fuori casa è sempre lo stesso. Sarei noiosamente ripetitivo. Allora faccio i complimenti a Gilardino per quello spettacolo di gol che si è inventato, faccio i complimenti a Frey che anche quest'anno ha salvato la sua Fiorentina con un miracolo sul principe.
E poi passo e chiudo, torno a mercoledì scorso. Torno a quel Genoa strizzagrandi che a Marassi non fa sconti a nessuno e che dopo il Milan ha fatto lezione anche alla Roma. Lezione di calcio. Per quella di stile ci vorrebbe invece un miracolo, visti quegli incredibili e stucchevoli piagnistei di Spalletti e commentatori vari per il gol (regolare, è vero) annullato a Panucci.
Peccato solo che non si ricordino parole dei romanisti su una punizione inventata che ha regalato il gol a De Rossi oppure sul gol dell'anno scorso annullato a Di Vaio per fuorigioco inesistente. Vabbè, domenica prossima è un altro giorno, si vedrà.