Lo scudetto del baseball al Grosseto

Grosseto. Vincere, sì, ma soffrendo fino in fondo, nella tradizione di una serie di finale tesissima. Grosseto conquista il suo 4° scudetto del baseball chiudendo 5-4 gara 7 della serie a spese di Nettuno. Finale storica perché è stata la prima senza squadre dall’Emilia Romagna ma ora verrà ricordata per le mille emozioni regalate. La squadra di Mauro Mazzotti (4 scudetti anche per il tecnico, ma con 3 squadre diverse) compie una doppia impresa perché vince due partite in 24 ore e ribalta la serie dal 2-3 per i laziali. Ieri sera eroico il lanciatore Usa dei maremmani Lincoln Mikkelsen, che stravince la sfida con l’ex-professionista Giovanni Carrara, out dopo 4 inning e infortunato: Grosseto vola sul 3-0 già nella prima ripresa, Mikkelsen lega le mazze del Nettuno (9 eliminati al piatto in 8.2 riprese), Marval splende in difesa, il catcher Ramos gioca pur infortunato, Dallospedale batte 3 su 5. I maremmani vanno sul 5-0 al 7°, sembra finita invece Nettuno, incredibilmente, rimonta 4 punti nel turno finale, costringendo Mazzotti a far salire sul monte il capitano (e grossetano) Ginanneschi. Che completa l’opera.