Scudo fiscale: rimpatriati 100 miliardi, 5 all'erario

Fonti della maggioranza: con la misura per il rientro dei capitali
dall'estero sono tornati in Italia 100 miliardi di euro. Di questi
cinque vanno allo Stato. La scadenza resta al 15 dicembre, non esclusa
una riapertura

Roma - Sfondata la soglia dei 100 miliardi di capitali rimpatriati con lo scudo fiscale. Una cifra che fa salire a 5 miliardi il gettito incassato dallo Stato. È quanto riferiscono fonti parlamentari di maggioranza. Al momento la scadenza per aderire allo scudo resta fissata al 15 dicembre (non è esclusa una riapertura), ma viene concesso un anno di tempo, fino al 31 dicembre 2010, per i casi in cui la mancata conclusione delle operazioni di emersione non dipenda dalla volontà del contribuente. Oggi, inoltre, l’Agenzia delle Entrate ha presentato al Tesoro una norma "salvagente", che fa slittare al 30 aprile 2010 il termine per i transfrontalieri e altri lavoratori dipendenti all’estero.