Scudo missilistico: Putin lancia nuove accuse a Bush

da Mosca

Non sarà una stretta di mano cordiale quella che il presidente russo Vladimir Putin e il suo collega statunitense George W. Bush si scambieranno al vertice del G8 a Heiligendamm, che si apre mercoledì e si chiude venerdì prossimo. Il capo del Cremlino ha infatti rinnovato, rincarando la dose, le sue critiche al progetto americano di difesa antimissilistica con basi in Polonia e nella Repubblica ceca e in una intervista al settimanale tedesco der Spiegel, in edicola domani, afferma che Mosca si vede costretta a reagire.
«Si sta costruendo un muro difensivo per difendersi da qualcosa che ancora non esiste. Il modo di procedere degli americani - dice Putin - accresce la possibilità di scatenare una guerra mondiale» in quanto «distrugge l’equilibrio strategico nel mondo». Le nuove critiche di Putin agli Stati Uniti, secondo gli osservatori, lasciano mal presagire per il successo del G8 in Germania.