Scudo spaziale, intesa Bush-Putin Accordo al G8: tagli alle emissioni

Al vertice del G8 incontro bilaterale tra Usa e Russia sulla questione della protezione anti-missili che Washington vuole installare in Europa. La Casab Bianca definisce l'incontro &quot;costrutivo&quot;. Il Cremlino ha proposto di dislocarne parte in Azerbaigian con materiale di fabbricazione russa. Nel pomeriggio trovato il <a href="/a.pic1?ID=183647" target="_blank"><strong>compromesso sulla riduzione delle emissioni inquinanti</strong></a>

Heiligendamm - Il presidente americano George W. Bush ha detto di avere avuto un "colloquio costruttivo" col presidente russo Vladimir Putin sul problema dello scudo spaziale. Bush, che ha incontrato Putin in margine al G8 in Germania, vedrà di nuovo il leader del Cremlino in luglio nella casa di famiglia dei Bush nel Maine. Il presidente russo ha proposto al collega americano un sito alternativo per lo scudo spaziale, in Azerbaigian. La soluzione, a quanto ha detto lo stesso Putin ai reporter dopo l’incontro, è stata suggerita dall’inquilino del Cremlino e coinvolge attrezzature ed equipaggiamenti di fabbricazione russa. Così la Russia potrebbe abbandonare la sua risoluta obiezione allo scudo spaziale. Il progetto americano prevede l’apertura di una base radar nella Repubblica Ceca e di 10 missili intercettori in Polonia. Il presidente Bush ha definito "interessante" la proposta del leader del Cremlino e si è riservato di esaminarla. Gli Stati Uniti hanno sempre sottolineato che lo Scudo Spaziale ha mire solo difensive, nei riguardi di stati canaglia come l’Iran, e non minaccia in alcun modo la Russia.

L'incontro I due leader si sono incontrati in un edificio bianco, nel complesso del Kempinski Hotel, dove si tiene il vertice degli otto grandi. Sono usciti dalla porta a vetri dell’ingresso, camminando l’uno a fianco all’altro. Hanno percorso una sessantina di metri chiacchierando animatamente, fino a quando non hanno raggiunto il gruppo dei giornalisti che li aspettava. "Vladimir e io abbiamo avuto un dialogo costruttivo sul sistema per la difesa missilistica e continueremo ad avere un dialogo strategico" ha detto Bush. "Ho anche detto a Vladimir che lo aspetto in visita nella casa dei miei genitori", riferendosi al vertice previsto per il prossimo 1 e 2 luglio a Kennebunk in Maine.

Scudo in Azerbaigian Putin ha parlato ai reporter in russo spiegando che vi sono possibilità di trovare una soluzione, in particolare dislocando una parte dello scudo in Azerbaigian. Il presidente russo ha illustrato l’idea di aggiungere in questo Paese un sistema missilistico realizzato dalla Russia per monitorare e proteggere anche quell’area geografica. Putin ha anch’egli affermato che il dialogo è stato costruttivo e che continuerà nelle prossime settimane. "Appena l’Iran, o qualsiasi altro Paese, farà un test missilistico a lungo raggio - dice il Cremlino - i nostri sistemi, americani e russi, li intercetteranno immediatamente". Secondo Putin, il progetto congiunto nel Paese caucasico potrebbe essere operativo entro 3-5 anni. Secondo fonti americane il presidente Bush avrebbe definito la proposta di Putin, per ora espressa intermini generici, come "interessante". Anche se, ha detto la fonte, "nessuno per ora è pronto a prendere impegni precisi".