«La scuola araba è illegale e lo sa»

Non è stata chiusa solo per questioni di agibilità o di sicurezza. L’ingresso della scuola araba di via Ventura è stato sigillato perché «è illegale». Decisione presa dal prefetto Gian Valerio Lombardi: «Sapevano di non avere l’autorizzazione per quella scuola ma l’hanno aperta lo stesso e io, con una valutazione obiettiva, ne ho disposto la chiusura». Lezioni sospese sinedie, ovvero «fino a quando il ministero dell’Istruzione non concederà l’autorizzazione speciale prevista per le scuole straniere in Italia». E, avverte il prefetto, «dopo il mio provvedimento non possono riaprire»: sul rispetto dell’ordinanza «vigila l’amministrazione comunale». E mentre la direttrice della scuola preannuncia «ricorso» e vagheggia di «accanimento», pacifisti e no global protestano stamani all’esterno dell’edificio di via Ventura. Intanto, il responsabile dell’associazione Risvegli, Piero Farneti, fa sapere che «a Milano esistono altre via Quaranta»: «Ci sono scuole clandestine fondamentaliste nella periferia».