«Scuola araba, problema della Moratti»

«Scuola araba, si può fare». Sì del ministro dell’Istruzione Giuseppe Fioroni alla struttura di via Ventura nata sulle ceneri della scuola illegale di via Quaranta. Via libera deciso dopo il pressing del centrosinistra che accusava Palazzo Marino di «accanimento» perché pretendeva il rispetto delle regole. Ma l’ok di Fioroni non basta, adesso spetta al Comune di Milano «dare il benestare all’idoneità della struttura scolastica». Evidente, il giochino a scaricabarile del ministero sull’amministrazione di centrodestra che attende le valutazioni dei Vigili del Fuoco sull’applicazione in via Ventura delle normative di sicurezza. E mentre l’Unione pretende l’immediata risposta del Comune, Forza Italia si dice preoccupata sulla «velocità da speedy gonzalez con la quale il ministro ha concesso il via libera poiché generalmente le verifiche richiedono tempo e attenzione». Timore comune all’Italia dei Valori che nell’ok ministeriale vede una «scorciatoia» pericolosa: «Così facendo si rischia di spianare la strada all’apartheid» e non certo all’integrazione di cui la sinistra vagheggia solo a parole.