Scuola, gli azzurri lanciano l’operazione verità

La Aprea: «Spiegheremo ai milanesi tutte le cose positive della riforma Moratti. Mai investite così tante risorse come in questa legislatura»

Augusto Pozzoli

«Operazione verità sulla riforma della scuola a Milano». Con questo slogan è stata presentata ieri la campagna che Forza Italia sta preparando per le prossime settimane. Un programma di interventi che porterà Valentina Aprea, sottosegretario del Miur con delega per la scuola, a far conoscere ai milanesi una delle riforme più importanti, la Moratti, varate dal governo. Alla presentazione della campagna presso il coordinamento cittadino e regionale di Fi sono interventi ieri, accanto a Valentina Aprea, i coordinatori Mariastella Gelmini e Luigi Casero e il responsabile nazionale scuola Mario Mauro. Il sottosegretario ha già anticipato i temi di fondo che intende sostenere. A cominciare dal fatto che «per la prima volta con l’attuale governo la ripresa delle lezioni in questi anni è avvenuta sin dal primo giorno con tutti gli insegnanti in cattedra».
«Mai come in questa legislatura – ha continuato la Aprea – alla scuola sono stati destinati tanti investimenti: la spesa complessiva per l’istruzione dal 2001 ad oggi è aumentata di quasi il 14%». Investimenti che, sempre secondo il sottosegretario, hanno consentito di raggiungere alcuni fondamentali traguardi: diminuzione degli abbandoni scolastici del tre per cento, e una pari percentuale di incremento, invece, sul successo scolastico. Un altro successo significativo è stato poi quello dell’aumento dei laureati in matematica, passati dai 46mila del 2001 agli oltre 66mila del 2005. «Questi sono risultati – ha sottolineato quindi il sottosegretario – che hanno trovato pieno e ripetuto apprezzamento anche presso la commissione istruzione del Parlamento europeo: la nostra riforma della scuola è stata promossa a pieni voti».
La Aprea, dunque, si prepara a illustrare ai milanesi ciò che il governo ha fatto in questi anni per la scuola. Una serie di incontri che si terranno zona per zona a partire da lunedì 13 marzo, alle 18.30, all’Hotel Marriott. «Non ci limiteremo a spiegare i principi a cui ci siamo ispirati – ha detto ancora la Aprea – ma esporremo i fatti. A partire dalla generalizzazione dell’insegnamento della lingua inglese per tutti. Un intervento fondamentale che mira a recuperare lo svantaggiosi cui soffre l’Italia». Un altro fatto che Valentina Aprea intende sottolineare è la possibilità offerta alle famiglie di iscrivere i figli a scuola con un anno di anticipo: «Una grande opportunità per andare incontro alla libera scelta dei genitori nella formazione dei loro figli - ha concluso -. I dati ci confermano che si tratta di un'offerta apprezzata ma che l’Unione intende cancellare. Con che logica? Solo perché ha paura della ricaduta di questa innovazione sugli organici della scuole. Ma per noi il punto di vista che conta di più è quello delle famiglie».