A scuola con il cinghiale come mascotte

Ormai è diventato la mascotte della scuola. È una sorpresa solo per i «primini» che non lo avevano mai visto prima. Lui, un cinghiale di notevoli dimensioni, ieri mattina è tornato a pascolare «tranquillamente» nell’area verde compresa tra i piccolo campo sportivo di San Bernardino e l’Istituto scolastico Santa Marta, sulle prime pendici del Righi. Per nulla intimorito dal passaggio di auto, moto e bambini a piedi, l’animale ha anche attraversato più volte la strada. Qualche genitore preoccupato ha segnalato la sua presenza, ricevendo risposte abbastanza tranquillizzanti dai «veterani» della scuola. Sembra infatti sia molto frequente la mattina assistere alle «scampagnate» del cinghiale, che a volte scende dai boschi anche in coppia con la compagna. «C’è una donna che porta del magiare per i gatti e lascia anche avanzi per il cinghiale», assicura però qualcuno un po’ seccato. Non manca infatti qualche preoccupazione nel caso l’animale dovesse diventare improvvisamente aggressivo.