Scuola, decise 60mila assunzioni

Decreto firmato dal ministro Fioroni: 50mila sono insegnati, 10mila tra ausiliari, tecnici e amministrativi. Pirma erano precari

Roma - Al via 60mila assunzioni nella scuola. Il ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, ha firmato il decreto che prevede l’immissione in ruolo di 50mila docenti e 10mila Ata (ausiliari, tecnici e amministrativi). Il contingente viene ripartito tra ordini e gradi di scuola, posti di insegnamento e profili professionali a livello provinciale delegando ai direttori regionali l’emanazione delle conseguenti nomine in ruolo che dovranno essere effettuate entro il 31 luglio per garantire il regolare avvio del prossimo anno scolastico. Con il decreto viene resa operativa, relativamente alla prima tranche di nomine, la norma della legge finanziaria che prevede la definizione di un piano triennale di assunzioni a tempo indeterminato per gli anni 2007-2009.

Numeri Per dare "un’adeguata soluzione" al fenomeno del precariato vengono definitivamente stabilizzati i rapporti di lavoro di 50mila docenti e 10mila amministrativi, tecnici e ausiliari, "tutti precari storici, con il conseguente e sensibile abbassamento - fa notare il ministero - dell’età media del personale e la garanzia di una maggiore funzionalità degli assetti scolastici". I contingenti delle nomine dei docenti per ogni ordine e grado di scuola sono i seguenti: infanzia 6.148, primaria 12.066, secondaria I grado 12.692, secondaria II grado 13.422, sostegno 5.387, personale educativo 285.