Scuola islamica: «blitz» a Segrate

Un’altra scuola abusiva islamica è stata scoperta ieri, stavolta a Segrate. I carabinieri del nucleo informativo di Milano e della stazione di Segrate hanno fatto irruzione nei locali del centro culturale islamico in via Cassanese 1 insieme con i tecnici della Asl di Melzo e i responsabili dell’ufficio tecnico comunale. Hanno trovato una trentina di bambini da una parte i maschi e dall’altra le femmine, seguiti da due maestre. Le lezioni - che secondo le segnalazioni arrivate ai militari si svolgevano da qualche settimana - sono state fatte in locali non adatti a ospitare bambini e non a norma. Aule senza riscaldamento, senza bagni, con un impianto elettrico fatiscente. Subito è partita la diffida da parte del sindaco di Segrate Adriano Alessandrini: «Questo posto è sprovvisto di autorizzazione comunale e ministeriale». Non solo: È scattata anche la denuncia dei carabinieri alla magistratura: i genitori dei ragazzi dovranno rispondere dell’articolo 731 del codice penale, sull’ «inosservanza dell’obbligo scolastico».