Una scuola per «manager digitali»

I ragazzi faranno stage in aziende internazionali: «Il 90 per cento trova lavoro entro sei mesi»

Restano pochi giorni per iscriversi alla selezione dei futuri «manager digitali». A farli diventare tali penserà poi il master in Management multimediale organizzato dal consorzio creato dal gruppo Mediaset insieme all’università Iulm. «Vogliamo formare giovani con competenze di economia, diritto e con una forte conoscenza dei nuovi media, per questo ci piace chiamarli manager digitali – racconta Marco Fanti, dirigente di Mediaset e direttore generale del consorzio -. Persone adatte a lavorare in aziende multimediali».
I dati, quanto a sbocchi nel mondo del lavoro, sono incoraggianti. «Al master, annuale, avranno accesso venti laureati di primo o secondo livello – prosegue Fanti -. Si tratta della quinta edizione del corso (la terza da quando è gestito dal consorzio), chi lo frequenta trova subito lavoro, quasi sempre in aziende del settore. Un dato? Il 90 per cento dei ragazzi usciti dall’ultima edizione aveva un impiego a sei mesi dalla fine dei corsi».
Ma che cosa si studia per diventare manager multimediali? «L’impostazione è interdisciplinare – precisa Fanti -. Si insegnano materie legate all’economia (organizzazione aziendale, finanza, marketing), al diritto ma anche alle nuove tecnologie. I ragazzi impareranno a lavorare in gruppo e a risolvere dei casi aziendali concreti». Il master, quest’anno, si è arricchito della collaborazione di nuove università e imprese: «Siamo diventati più internazionali, gli studenti potranno fare esperienze di studio all’estero (in Portogallo e Spagna in particolare) e compiere lo stage in aziende con sedi in diversi Paesi». Si va da Mediaset a Mondadori, da Wind a Sony Italia.
Le lezioni prenderanno il via a ottobre e si svolgeranno nella sede del consorzio, a Cologno Monzese. Gli ultimi quattro mesi del corso saranno dedicati allo stage nelle aziende «dove i ragazzi seguiranno un progetto che poi presenteranno alla cerimonia di fine master» riprende Fanti. «Avranno il tempo di farsi conoscere a apprezzare, così spesso trovano lavoro».
Per presentare la domanda di ammissione al master c’è tempo fino a lunedì. Sarà fatta una prima selezione in base ai curricula, poi cominceranno i test. Sono previste prove di cultura generale e di inglese, esercitazioni di gruppo e individuali. «L’identikit dello studente scelto? Di solito è laureato in discipline umanistiche – conclude Fanti – anche se al master si può accedere con tutte le lauree. Agli studenti diciamo di non farsi spaventare da materie come economia o finanza, le spiegazioni partiranno da zero. Valuteremo anche le loro motivazioni personali».
Il corso costa 10mila euro e c’è la possibilità di chiedere un prestito a tassi agevolati. Informazioni e bando si trovano nel siti www.campusmultimedia.net e www.iulm.it o allo 02-2514.8174.