La scuola moderna fra classi miste, fobie e buonsenso

Caro Granzotto, «è dimostrato che nelle classi di sole ragazze il livello di apprendimento è migliore. Le ragazze maturano biologicamente e psichicamente prima dei loro coetanei mostrando un rendimento superiore a livello di scuola secondaria di primo grado e dei primi anni di liceo, mentre le prestazioni scolastiche di molti ragazzi coetanei peggiorano in quanto il continuo confronto con le ragazze produce su di loro un effetto inibitorio». Questo, sommariamente, quanto emerge dal convegno della European association single-sex education tenutosi a Roma. Fine del mito sessantottino delle classi miste, ma naturalmente c’è chi è insorto denunciando come «fobia sessista» e «discriminazione» il progetto di tornare alle classi omogenee. Lei cosa ne pensa?