Scuola a stelle e strisce a Quarto

Oltre agli italiani ci sono anche danesi, indiani, svedesi, coreani e tutti parlano in inglese tra loro

Erika Falone

A Quarto c’è un fazzoletto di terra a «stelle e strisce». Dove il mare è «sea». E gli insegnanti sono «teachers».
Alla Aisg, American International School in Genoa, tutto ricorda lo Zio Sam. Una vera e propria comunità dove i ragazzi, dai 3 ai 18 anni vivono l’apprendimento scolastico come un’esperienza individuale che dura per tutta la vita.
L’Aisg è stata fondata a Genova nel 1966, e dagli iniziali 85 studenti iscritti è arrivata oggi a contarne 250. Arrivano da tutto il mondo: italo americani, danesi, indiani, svedesi coreani. Una collettività multiculturale, multirazziale. «Per iniziare a conoscere il mondo partendo da Genova» dice Mariano Boletto, presidente dell’Aisg.
All’interno dell’istituto gli studenti parlano inglese con gli insegnanti ma anche tra loro. Perché tutto, dai programmi scolastici all’organizzazione della scuola, porta a «pensare» in americano.
«Poter vantare una struttura come questa è una grande opportunità per la nostra città - commenta Manuela Arata dell’Istituto Nazionale di fisica della materia e presidente del Festival della Scienza - Per una Genova che con il Festival della scienza e l’Iit si sta avviando a diventare sempre più un centro di intelligenze internazionali».
Gli alunni non si sentono a scuola, quanto più parte di una famiglia. Facilitati anche dalla struttura stessa dell’istituto che si articola in diversi edifici a due o tre piani, immersi nel verde.
E al termine del corso di studi, nel più classico spirito americano, gli studenti vengono festeggiati da tutta la scuola con il «Graduation day». Una cerimonia dal film, con i neo diplomati che sfilano davanti alla platea, prendono posto sul palco. E, dal basso, mamme commosse e papà orgogliosi sono pronti ad applaudirli per il risultato raggiunto. Mentre tutto l'istituto si stringe intorno a loro per una lunga giornata di festa. «Perseguiamo i valori dell’eccellenza nell’ambito dello studio - spiega il presidente Boletto -. Per questo prestiamo la massima attenzione nella scelta degli insegnanti, preferibilmente di lingua madre».
L’Aisg non è un punto di riferimento solo per i ragazzi: è caratterizzata infatti dalla partecipazione attiva dei genitori nella vita della scuola.
Oltre alle classiche attività da seguire su banchi, i ragazzi svolgono attività sportive, corsi di musica e arte, corsi di lingue straniere.
Altra peculiarità dell’istituto è l’apertura estiva, concezione propria del sistema scolastico americano.
L’American International School è un’organizzazione senza scopo di lucro ed è accreditata presso importanti organizzazioni educative internazionali: l’«European council of international school« e il «New England Association of school and colleges».
Stelle e strisce, quindi. Senza mai dimenticare il legame con Genova e l’Italia. Un legame che viene coltivato attraverso l’esperienza diretta delle gite e con il recupero di tradizioni proprie della nostra terra. Ai bimbi più piccoli, ad esempio, viene insegnato l’inno di Mameli. Un coro di voci bianche che fa venire i brividi.
Ma per gli alunni più grandicelli si dice che uno degli «scogli» più grossi per gli studenti sia la matematica. Come da noi. Tutto il mondo è paese.