Scuola/3 Politecnico, più fondi per la ricerca

Il modello è americano, ma la realtà è quella di una media impresa lombarda. Si tratta dell'associazione Eugenio e Germana Parizzi che entrando nella Fondazione Politecnico mette a disposizione un fondo di 3,3 milioni i cui frutti serviranno per finanziare la ricerca universitaria avanzata nell'ambito dei trasporti, in particolare elettronica e automazione per il settore ferroviario. In questo modo, l'associazione Parizzi ha voluto esprimere la propria riconoscenza nei confronti dell'ateneo milanese, con il quale l'azienda Elettromeccanica Parizzi ha collaborato fin dagli anni Settanta. «La decisione - spiega il rettore Giulio Ballio - è per noi motivo di orgoglio. Ci fa particolarmente piacere, sia per la possibilità che dà all’ateneo di investire in formazione e ricerca, sia perché testimonia la rilevanza degli sforzi che il Politecnico di Milano compie per la competitività del Paese».