Lo scuolabus si ribalta nella scarpata Undici bambini all’ospedale, uno è grave

Brescia Gli scherzi e le risate con i compagni, la sterzata e poi il mondo che si capovolge. Hanno vissuto un’esperienza terribile gli undici bambini che ieri mattina si trovavano a bordo dello scuolabus che li stava portando, come ogni giorno, in classe a Pisogne, nel Bresciano. Erano all’incirca le 7 e 30 quando si è verificato l’incidente le cui cause sono ancora tutte da spiegare.
L’unica certezza è che il veicolo, un grosso pulmino grigio argento, all’improvviso, in località Grignaghe, è uscito fuori strada terminando in fondo a una scarpata e rotolando fino a ribaltarsi.
A bordo c’erano undici bambini e alcuni sono rimasti feriti. Per uno di loro le ferite sono particolarmente preoccupanti e si è reso necessario il trasporto in eliambulanza all’ospedale Civile di Brescia.
Gli altri bambini feriti e l’autista sono stati trasportati con le autoambulanze negli ospedali della zona. Ancora non sono chiare le cause dell’accaduto su cui potrebbe aver influito il maltempo: al momento dell’incidente, infatti, stava nevicando e la strada, in quel tratto, è molto stretta. Spetterà alla polizia stradale di Darfo Boario fare chiarezza.
Per bambini e genitori è stata una mattina di panico. L’incidente ha subito richiamato alla mente quello accaduto pochi giorni fa a Massa, dove il pullman che portava una scolaresca francese si è ribaltato in uno svincolo autostradale. In quel caso, però, la causa è probabilmente un malore del conducente che ha perso la vita nello schianto. L’autista dello scuolabus invece ha riportato solo lievi ferite ed è stato portato all’ospedale di Iseo.
Dei nove bambini ricoverati invece tre sono a Iseo, quattro a Esine. Per altri due i genitori hanno rifiutato le cure. Più preoccupanti le condizioni dei due bambini che sono stati ricoverati a Brescia, in particolare quello di 12 anni, trasferito a Brescia in elicottero. Si tratta di due fratellini che viaggiavano insieme verso le rispettive classi di scuola.