Scuole e strade: 54 milioni da Tursi per fare i lavori pubblici nel 2008

La giunta comunale genovese ha approvato il piano triennale dei lavori pubblici 2008-2010 che prevede per il solo 2008 lo stanziamento di 54 milioni di euro circa in fondi diretti comunali. «Nel piano triennale di spesa abbiamo cercato di mettere opere immediatamente cantierabili - ha detto l’assessore ai lavori pubblici Mario Margini -. Vorremmo fosse l’elenco dei lavori in opera». Dall’elenco, come precisato dall’assessore, sono escluse le opere a Cornigliano, l’acquisto di villa Bombrini, il lungomare Canepa, i lavori per la messa in sicurezza del Bisagno e il rifacimento delle ville. Mentre sono incluse, ad esempio, opere alla manutenzione dell’edilizia scolastica, l’allargamento di via del Lagaccio, il cofinanziamento comunale della metropolitana, il completamento di piazza Sarzano, l’accesso a villa Rosa e villa Bianca, il ponte sul Varenna, la strada per Morego e il muro di contenimento di salita delle Battistine, oltre al lungomare di Vesima. Cinquantaquattro milioni sarà la spesa diretta dal Comune per il 2008, poi altre opere in cofinanziamento con fondi regionali o statali, ma secondo Margini «la quota messa in moto è pari a tre volte». «Le voci sulle quali abbiamo impostato il piano di spesa sono edilizia scolastica, politica della casa, contratto servizi Aster, mobilità, difesa del suolo - ha detto Roberta Morgano, assessore alle manutenzioni - sulla base delle indicazioni dei municipi». Aster riceverà 12 milioni e 300 mila per la manutenzione delle strade, 4 milioni e 800 mila per il verde, 5 milioni e 700 circa per impianti e infine per la segnaletica quasi un milione e mezzo.