Scuole insicure: blitz in Provincia di Azione giovani

«Chiudiamo le scuole fuorilegge. Gasbarra dimettiti». Era questo il contenuto dello striscione srotolato ieri mattina dai militanti di Azione giovani Roma e Azione Studentesca nel corso di un blitz alla Provincia di Roma, dove era in corso la commissione sull’edilizia scolastica presieduta dall’assessore alle Politiche della Scuola della Provincia di Roma, Daniela Monteforte. «Durante la manifestazione - si legge in una nota - i ragazzi hanno distribuito i dossier prodotti da Azione Giovani dove risulta che oltre il 90 per cento delle scuole di Roma non rispetta le norme di sicurezza». Dopo molte insistenza una delegazione guidata dal presidente romano di Ag, Federico Iadicicco ha ottenuto di partecipare alla commissione, ma i manifestanti sono usciti insoddisfatti dall’incontro. «Abbiamo ascoltato solo demagogia ha detto Iadicicco -. L’assessore Monteforte ci ha detto che in alcune scuole era avvenuta, solo dopo la nostra denuncia, la pulizia dell’erba, in altri casi c’è stato riferito che i banchi accatastati nei giardini erano stati tolti riferendosi alla nostra denuncia sul liceo Cesi e il liceo Tasso. Abbiamo prontamente verificato che si tratta di affermazioni false in entrambi i casi: i banchi si trovano ancora nei cortili».