Scuole, musei, case per anziani sono 184 i cantieri aperti in città

Tra gli interventi anche la rimozione della barriere architettoniche

Dalle scuole ai musei, dalle case popolari al verde pubblico. Alle elezioni mancano poche settimane ma i cantieri non si fermano, anzi. Il vicesindaco Riccardo De Corato ha ricordato ieri che «al 31 dicembre 2005 ne risultano aperti 184 per un totale di 419 milioni di euro». In tutte le zone.
«Stiamo lavorando per realizzare importanti opere pubbliche e che riguardano la costruzione di nuove case popolari, scuole, residenze per anziani, verde, mercati, cimiteri, case del demanio ed edifici culturali come biblioteche, musei, teatri, edifici sportivi, strade, parcheggi e segnaletica», ha precisato il vicesindaco. Si tratta di interventi, ha aggiunto De Corato, «che riguardano anche la manutenzione ordinaria e straordinaria come l’abbattimento delle barriere architettoniche e di adeguamento normativo alla 626».
Per De Corato «184 cantieri e 419 milioni di euro sono una testimonianza concreta del forte e continuo impegno del Comune per realizzare opere pubbliche fondamentali per la città, da quelle per l'edilizia scolastica a quella per le case popolari e demaniali, a quelle per il verde e gli anziani».
Tra i settori che hanno catturato i maggiori investimenti c’è l’edilizia popolare. Poche settimane fa, in commissione bilancio a Palazzo Marino, si è fatto il punto sugli interventi di manutenzione straordinaria previsti negli oltre 30mila alloggi del Comune. Il vicesindaco presentò allora una relazione da cui emergeva che, «tra l’ultimo semestre del 2004 e il 2005, sono stati completati e sono in corso di ultimazione da parte del Settore edilizia pubblica 23 interventi di manutenzione straordinaria, per un importo complessivo pari a oltre 69 milioni di euro, su un totale di 4.260 unità immobiliari».
«A questi interventi devono aggiungersi i lavori di manutenzione ordinaria - aveva spiegato in quell’occasione De Corato - come la riparazione di guasti negli appartamenti e il riordino degli alloggi sfitti, svolti dal settore per una spesa complessiva di 8 milioni di euro. Oltre ai cantieri in corso e a quelli già terminati, sono stati approvati nel 2005, progetti per un importo complessivo di 60.110.461 euro che interesseranno 2.490 alloggi. E per il 2006 è prevista l’elaborazione di altri 12 progetti, per un importo di 45.411.312 euro su un totale di 2.424 alloggi, negli stabili di via Tofano 5, via Rizzoli 13/45, via San Bernardo 48/50, via Monte Nero 73, via Faenza 15/23, Via De Petris 100/110, via Vittorio De Sica 1/5, via Mazzolari 48, via Santi 6/8, via Nikolajevka 1/3, via Feltrinelli 16 e il quartiere di Monte Rotondo».