Lo Sdi: «Milano è diventata città talebana»

«Milano è diventata una città talebana». Roberto Caputo, capogruppo dello Sdi in Provincia, attacca il sindaco Letizia Moratti e difende Vittorio Sgarbi. «È necessaria una grande apertura verso la cultura, ma in questa città l’apertura non c’è. L’assessore Sgarbi aveva proposto una mostra fotografica con artisti di talento, ma è stato censurato perché considerata pornografica». Intanto il presidente del consiglio comunale Manfredi Palmeri annuncia che questa settimana sarà fissata per inizio febbraio la data di una seduta di consiglio in cui Sgarbi potrà esporre il bilancio passato e i progetti futuri del suo assessorato. «Sarà così possibile - spiega Palmeri - un dibattito nella nostra sede istituzionale sulle principali questioni della cultura in città. Ho già parlato con l’assessore Sgarbi, anche dopo le richieste formulate dai consiglieri comunali e ho ricevuto la sua disponibilità». Sulla discesa in campo di Sgarbi con il neonato Fronte della libertà, interviene con ironia il capogruppo del Pd a Palazzo Marino Marilena Adamo: «Anche oggi registriamo la nascita di una nuova forza politica in quest’aula. Una persona, Sgarbi, un partito!».