Se 50 milioni sono «opinabili»

S eduta di autoscienza per Piero Fassino: «Il progetto Unipol non era avventato. Poi quel progetto si è caratterizzato con vicende opinabili».
Il segretario della Quercia quando affronta le cose collaterali alla sinistra prende sempre la strada del parlar gentile. Le sue parole passano dalla carta vetrata (contro la maggioranza) al velluto.
Ma stavolta dobbiamo dire che Fassino ha ragione, sì, le vicende dell’Unipol sono davvero opinabili. Per cinquanta milioni di motivi sonanti.