«Se accolgono il ricorso McLaren lascio la F1»

Oggi a Londra, ore 10 locali, la corte d’appello Fia esamina il ricorso McLaren per la squalifica non data a Bmw e Williams per le benzine troppo fredde nel Gp del Brasile. Dal ricorso, se accolto, potrebbe scaturire un cambio di classifica con l’estromissione dall’ordine d’arrivo delle vetture dei due team. Nel caso, Hamilton guadagnerebbe i punti necessari per poter essere campione del mondo. Difficile, però, che accada. Più probabile che il ricorso venga rigettato o che la penalità non tocchi la classifica iridata. Non a caso, Ecclestone ieri ha detto: «Non credo che i tifosi vogliano un mondiale deciso dalla temperatura della benzina... Se qualcuno ritiene che sia la soluzione migliore, allora dovrò pensare a ritirarmi... Non credo che toccheranno la classifica». La stessa McLaren, sempre ieri, per bocca dell’ad Whitmarsh, ha precisato: «Il nostro obiettivo non è dare il titolo a Lewis. Per noi sarebbe una vittoria arrivare ad un chiarimento». A rappresentare la Ferrari, oltre agli avvocati, ci sarà il ds Domenicali, dal 2008 capo del team, e Baldisserri.