«Se avessi la bacchetta magica sceglierei di realizzare le grandi infrastrutture»

«È questa la preoccupazione maggiore: che l' Italia, e quindi la Liguria, non riescono ancora a stare al passo con l'Europa che vede già la ripresa»: così il presidente degli industriali genovesi, Marco Bisagno, commenta i dati sull'andamento dell' industria del capoluogo nel 2005. «Sono comunque ottimista per la nostra regione - aggiunge subito - perché le idee e i progetti sono molti e le persone che li propongono sono valide». Bisagno fa riferimento, fra gli altri, a Carlo Castellano e al suo progetto di una cittadella tecnologica agli Erzelli, «che può dare un grande segnale anche perché ha già finanziamenti e progetti». Poi afferma che la principale questione da risolvere per tutta l'industria genovese è quella delle infrastrutture: «C'è ancora scarsa attenzione al problema - spiega Bisagno -. Non si considera che sono le infrastrutture, più del costo della manodopera, a mettere fuori gioco il Paese».