Se il fabbro ruba anche più del ladro

Paola Setti

«Signorina ma lei è pazza a cercare sulle pagine gialle? Non la guarda la televisione? Non lo sa che è pieno di truffatori in giro?». Chiusa fuori casa fino all’intervento del fabbro, confinata in casa perché il fabbro non mi ha rimontato le serrature, dulcis in fundo strigliata dal ferramenta. Ben tornata dalle ferie. Perdoni il lettore se racconto qui gli affari miei. È che, fatta l’esperienza, ho pensato fosse buona cosa mettere a disposizione la mia inesperienza. Naturalmente è accaduto un sabato sera, quando tutto sarà chiuso anche il giorno dopo. La porta di casa non si apre, ebbene no. Qualche simpaticone ha pensato bene di sparare un bel po’ di silicone nelle mie serrature. Non confortano le voci degli amici: «È successo a mia madre», «È capitato ai miei vicini». È indubbio che il problema resta. Prendo la cosa con filosofia, ci sono problemi più seri nella vita, la disoccupazione, le carestie, le guerre, io in fondo devo solo aspettare lunedì. La mattina mi metto in cerca. Naturalmente è agosto e i fabbri sono tutti chiusi, non si potrebbe stabilire (...)