Se la fedeltà è «esotica»

«L'uomo italiano giura fedeltà alla straniera, ma molte volte è interessato più al fatto che lei sia esotica che alla persona in sé». Lo dice Stella Owor, 31 anni, ugandese, analista finanziaria di una multinazionale, da 4 anni in città. «Qui i ragazzi amano sembrare originali e una donna di colore al fianco può essere un modo per apparire tali. Peccato che questa voglia di sentirsi internazionali sia solo superficiale. Pochi hanno il desiderio di comprendere sino in fondo le diversità». Stella è giunta in Italia un po' per curiosità, un po' per divertimento: oggi si è lasciata alle spalle una relazione con un italiano, ma riconosce qualche pregio ai macho nostrani: «Possiedono un calore diverso da tutti gli altri». Allora: coppie miste sì o no? «Sì. Stiamo parlando di un uomo e di una donna: le differenze esistono solo perché c'è una società che le sottolinea».