«Se le Fs falliscono si blocca il Paese»

«Se le Ferrovie fallissero sarebbe 100 volte peggio che l’Alitalia. Significherebbe - ha detto l’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti - 8mila treni al giorno che spariscono, si bloccherebbero le città e l’intero Paese». Invece, i conti dell’azienda ferroviaria sono in netto miglioramento: secondo le cifre fornite da Moretti durante un incontro, «il 2007 chiuderà per Ferrovie con un «rosso» di 400 milioni di euro, in miglioramento di circa 1.700 milioni di euro rispetto al 2006. Il margine operativo lordo (Mol) sarà per la prima volta positivo per 300 milioni (era negativo per 650 milioni a fine 2006)». «Nel corso dell’anno - ha proseguito l’ad - sono stati effettuati risparmi per 142 milioni che verranno utilizzati per l’acquisto di 50 locomotori per il trasporto regionale». Moretti ha infine annunciato che entro la fine del 2009 ci sarà un treno ogni 15 minuti sulla tratta Roma-Milano, che sarà coperta in solo tre ore.