Se il G8 paga e appaga a rimetterci è la «povera Patria»

Caro Lussana, si potrebbe dire che, a distanza di cinque anni, il G8 di Genova paga (o appaga?).
Vittorio Agnoletto, ex portavoce del Genoa Social Forum, è diventato europarlamentare. Francesco Caruso, leader dei no global, è deputato della Repubblica italiana. Haidi Giuliani, mamma del ragazzo morto mentre assaltava una camionetta dei carabinieri, il 20 luglio prenderà il posto di Luigi Malabarba e diventerà senatrice. Tutti sotto le bandiere di Rifondazione Comunista.
Non si hanno più notizie di Luca Casarini, leader dei disobbedienti. Che punti al Quirinale?
Povera Patria, cantava anni fa Battiato...
Con stima e cordialità.
Roberto Martinelli
Segretario generale aggiunto Sappe
Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria