Se l'arte contemporanea diventa prêt-à-porter

Un ciclo di incontri periodici nei locali dei
diversi esercizi di Moda Arte e Design a Monti – IoI, B, Escat - aperti per l’occasione al pubblico del
quartiere, agli operatori culturali, ai cittadini e ai turisti  <br />

Un’area urbana densa di stratificazioni artistiche, storiche, urbane, artigianali, commerciali e sociali, meta di incontri e scambi di umanità diurna e notturna, alle spalle del Colosseo e della Stazione Termini, pregna di significati antropologici. La curatrice dell’iniziativa Giuliana Bottino ha inteso ricomporre frammenti di espressione contemporanea afferenti a contingenze diverse - commerciale, culturale e sociale -, convinta della loro inevitabile interazione, invitando l’artista a presentare la propria poetica e a produrre dei multipli a basso costo.

L’operazione è stata avvallata dal confronto continuo e solidale con gli artisti coinvolti, critici, storici dell’arte, operatori culturali e commerciali, esponenti di istituzioni culturali pubbliche e private, secondo il processo di ‘distretto culturale evoluto’ (Sacco 2007). Lino Strangis, artista intermediale che opera e vive a Roma, presenta in anteprima per IoI Video art for home. Il Progetto si basa su due installazioni audiovisive monocanale: Battle plays in her mind e Nude water from the body.

Entrambi i lavori sono rivolti alla dimensione femminile: il primo vuole essere una contromossa al dilagante voyerismo televisivo che spesso svilisce la nudità della donna, l'altro è un'originale interpretazione del tema dell'identità e della lotta interiore di una giovane donna. Video art for home è un progetto pensato per affermarsi fuori dai circuiti tradizionali e quindi anche dai sistemi di distribuzione abituali per l'arte contemporanea. Le prime 50 copie dell'opera Nude water from the body saranno disponibili presso IoI in occasione della mostra, per la prima volta in assoluto. Il video sarà proiettato insieme all'opera già esposta Battle plays in her mind.

Caratteristica dell'operazione per la singola opera Nude water from the body è la tiratura, estremamente copiosa rispetto ai canoni in uso, che solo durante quest’iniziativa può essere acquistabile ad un prezzo infinitamente più basso, rispetto a quello abituale. Una video arte prêt-à-porter, alla portata quindi di un numero infinitamente maggiore di fruitori, non solo per una mera questione di mercato, bensì per favorire la diffusione delle arti contemporanee anche per non addetti ai lavori. Con Video art for home per IoI Lino Strangis conferma il suo interesse per operazioni e performance di ricerca comunicativa e sociale.

“Mai ho abbandonato l'opinione che l'arte, specie se fortemente odierna e legata all'odierno, debba necessariamente farsi conoscere all'esterno, arrivare sulle strade, dove possa relazionarsi con un pubblico generalizzato, che apprezzi o no. Queste le ragioni di far partire il mio nuovo progetto da IoI”. L’artista realizzerà anche un’installazione/percorso esterna sul suolo del quartiere Monti, il cui tracciato andrà a collegare i diversi negozi con le piazze emblematiche del quartiere.

Il 23 maggio 2011 alle ore 19.00 negli spazi di IoI di via Urbana, 89