Se il nemico colpisce alle spalle

Girava il mondo per raccontare le guerre dimenticate, dall'Africa al Medio Oriente, dall'Afghanistan al Sud Est asiatico. Almerigo Grilz, triestino, aveva 34 anni, il 19 maggio 1987, quando viene colpito da un proiettile mentre filma uno scontro tra guerriglieri e truppe governative nel Mozambico. L’ultima immagine sono i ribelli che fuggono. Lui non ci riuscì. È stato il primo giornalista italiano a cadere in prima linea. É stato sepolto, in Africa, sotto un grande albero, nella provincia di Sofala.