Se il Nobel passa da Sulmona

Gli accademici di Svezia sono avvisati: da Sulmona, ridente centro in provincia dell’Aquila, hanno una luminosa idea per il prossimo Nobel per la pace. E, nel loro piccolo, intendono promuoverlo con ogni mezzo. Siccome siamo italiani, è partita una bella raccolta di firme che Stefania Pezzopane, presidente della Provincia dell’Aquila, ente su cui (come del resto vale anche per le altre provincie italiane) pende il rischio di abolizione nei prossimi anni, ha promosso calorosamente. L’invito che partirà verso Stoccolma è quello di candidare Ingrid Betancourt al Nobel. Per ora si può firmare in uno degli accessi alla piazza di Sulmona, ma di tempo ce n’è ancora molto anche se la strada verso la Scandinavia è lunga assai.