«Se non pagate uccidiamo Tommy»

Ieri sera è squillato il telefono del numero verde istituito da Fausto Borghi, l’amico del padre di Tommy, l’uomo della croce rossa. Questa volta la voce al di là del telefono ha detto poche parole da brivido: «Pagate o lo ammazziamo. Tempo 48 ore». Gli investigatori stanno cercando di determinare l’attendibilità della chiamata. Il piccolo Tommaso Onofri, 17 mesi, malato di epilessia, è stato sequestrato otto giorni fa nella sua casa vicino a Parma.