Se un pomodoro fa il testimonial

Sulle tracce dei pomodori di Cervo. C'era solo da assaggiarli. Affondarci i denti, stringerne la polpa tra lingua e palato e chiudere gli occhi che qualcosa sarebbe successo. A Cervo però, che Pietro Citati, illustre critico letterario, su Repubblica schizza coi colori dei suoi anni di ragazzo per riagguantare il gusto di quei pomodori senza ritorno. «Oggi i pomodori sono morti» sentenzia. Poi la supplica che qualcuno li riporti in vita, perché «i veri pomodori hanno un grande pubblico: quasi come i libri di Alessandro Baricco». Baricco? T'illumina il «Buongiorno» di Massimo Gramellini su La Stampa che «citando Citati», scruta arguto il ricamo da fioretto del critico, già tranchant sullo scrittore in un altro inciso cui seguì la sua piccata reazione, e ringrazia Citati «per averci insegnato ancora una volta a scrutare (...)