«Se il presidente del Real Madrid è come Cassano, se lo riprenda»

Il gruppo «Perdonalo» nato su Facebook non si arrende all’idea della rottura definitiva tra Antonio Cassano e Riccardo Garrone. Per questo, con l’intenzione di smuovere il presidente della Samp dalla sua ferrea decisione, i tifosi hanno organizzato per venerdì alle 20 a Quinto una fiaccolata, proprio in via Gianelli, dove abita Fantantonio. Chissà.
Intanto Garrone e il Real Madrid sono stati protagonisti ieri dell’ultima puntata della «Cassaneide». Tra gli allenatori che hanno messo gli occhi sul numero 99 della Sampdoria c'è infatti Josè Mourinho che ha potuto ammirare le doti del giocatore, soprattutto quando la scorsa stagione sedeva sulla panchina dell'Inter; il 26 settembre, ad esempio, la Samp stese i nerazzurri grazie ad un gol di Pazzini (Cassano nella gara di ritorno invece era assente, visto che il match fu disputato nel periodo di esclusione da parte di Del Neri). Proprio su un possibile interessamento del club di Pèrez è intervenuto ancora Garrone, richiamando i valori della moralità: «L'interessamento del Real per Cassano? Non ho ancora letto. Beh, se il presidente del Real Madrid crede a certi valori etici, con tutto il rispetto degli altri, fondamentali, non so come possa riprenderselo». Forse per Garrone un ritorno al Real di Cassano non sarebbe da disprezzare visto che di mezzo c'è anche la clausola rescissoria di 5,5 milioni di euro.
Ma a parte questo, Garrone sembra aver tirato in ballo anche un altro presidente, quello del Genoa, Enrico Preziosi: «A parte che Preziosi magari vorrebbe prenderselo». Ipotesi non da escludere a priori, comunque, visto che Preziosi non ha mai nascosto il suo amore calcistico per Cassano.
Nel frattempo Paolo Giuggioli è stato nominato presidente del Collegio arbitrale nella vertenza tra le parti. Giuggioli è attualmente presidente dell'Ordine degli avvocati di Milano. Ma Garrone, ieri, è tornato a parlare anche dell'eventuale cessione del club, dopo la mini contestazione di domenica col Chievo. Il numero uno blucerchiato aveva dichiarato infatti che sarebbe disposto a cedere la Samp per 200 milioni di euro. Garrone ha ribadito ulteriormente il concetto: «Ogni tanto questi sfoghi vengono. Se era uno sfogo? No, no, è un po' esagerato anche dire 200 milioni. Se arrivasse qualcuno anche con meno la cosa è fatta».
In questo clima, c'è anche una squadra che arranca in campionato e che ieri ha ripreso ad allenarsi a Bogliasco in vista della trasferta di Lecce. Padalino arriva in stampelle: gli esami clinici ai quali si è sottoposto hanno confermato il grave trauma distorsivo alla caviglia sinistra, che lo terrà fuori per almeno 45 giorni. Palombo sta meglio, ma continua a parte insieme con Zauri e Semioli.