Se Principato e Repubblica (italiana) si fanno le feste

Ulteriore sodalizio tra il Principato di Monaco e l'Italia. É stata infatti festeggiata la Festa della Repubblica italiana nella cornice dei giardini e terrazze del MonteCarlo Bay Hotel & Resort. L'hotel affianca il leggendario Sporting Club di Monaco dove si svolgono altri due abituali eventi annuali: il «Ballo della Rosa» e il «Ballo della Croce Rossa», entrambi a scopo di beneficenza, tema che i Principi Alberto e Carolina di Monaco hanno particolarmente a cuore. La Festa della Repubblica italiana è stata offerta dall'Ambasciatore d'Italia nel Principato di Monaco, Antonio Morabito e con la presenza delle autorità del governo monegasco e personalità italiane. La Festa della Repubblica celebrata quest'anno nel Principato di Monaco ha avuto un carattere e contenuto «piemontese» per dare risalto alla candidatura dei territori e paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, Patrimonio dell'Umanità e dell'Unesco. A deliziare i 1500 invitati decine di buffet offerti dalla regione Piemonte a base di formaggi, affettati di Cuneo, salciccia di Bra, pappardelle con sugo alla salciccia innaffiato da vino Barolo, Alta Langa Doc, Nebbiolo, Moscano d'Asti. Sono stati cantati gli inni nazionali monegaschi e italiani dai bambini cantore del Coro «Il Bel Canto» del Comune di Latte diretti dalla Maestra Angelica Murante. Osservato un minuto di silenzio e una preghiera di solidarietà per le vittime del terremoto dell'Emilia. I figuranti in abiti quattrocenteschi della città di Alba hanno utilizzato trombe e tamburi in segno di solidarietà per i terremotati. «La Festa di oggi» dichiara l'Ambasciatore Antonio Morabito «è un ulteriore importante momento per rafforzare e mettere in risalto i legami e l'amicizia tra il Principato di Monaco e l'Italia. In quest'anno particolarmente difficile vuole essere una speciale testimonianza della volontà e della speranza degli italiani di guardare al futuro con fiducia e ottimismo». E infatti non è un caso che il 26% dei residenti a Montecarlo sono italiani. Una città che fa sognare, dove c'è il sole 360 giorni l'anno e che permette di dimenticare la crisi anche solo per un week end.