Se la Regione fa concorrenza alla Farnesina

Il Palazzo di De Ferrari come la Farnesina. Farnesina «de noantri», naturalmente. Ma le caratteristiche che assimilano la sede della Regione a quella del ministero degli Esteri sono impressionanti, e non solo per le affinità (elettive, anche nel senso di elettorali) fra i rispettivi numeri uno: il presidente della Regione Claudio Burlando e il suo antico tutor Massimo D’Alema. Lì, a De Ferrari, nell’ex palazzo della Fondiaria, si fa politica estera a tutto spiano, meglio ancora se i rapporti diplomatici e commerciali vengono instaurati e coltivati con i Paesi più lontani. La Cina, ad esempio, che proprio ieri ha concluso con l’amministrazione regionale ligure un fondamentale contratto di cooperazione per la realizzazione di un acquario in quel di Tianjin. (...)