Se dal semaforo stradale sparisce il verde

Con l'estate aumentano i rischi di incidenti stradali nel centro di Albenga dove da pochi mesi è stata messa in atto una viabilità a dir poco creativa. Da un anno all'altro turisti e residenti devono re-imparare come muoversi in città. Piazza del Popolo, ad esempio, è diventata un «piazza-rotonda», in senso orario e divieto di transito escluso il bus che arriva da Vadino in direzione di via Genova. Questo nuovo senso di marcia, stravolto dopo quasi vent’anni, ha dato filo da torcere anche agli stessi ingauni, che in «automatico» imboccavano la via vietata per proseguire in via Genova. La particolarità di questa piazza, oltre a questa «rotonda su quadrato», è il sorprendente semaforo «bicolore» della piazza. Presente sui quattro lati, funziona, infatti, solo con giallo lampeggiante e rosso. Il verde esiste solo per la corsia bus. Le auto passano a giallo lampeggiante e devono fermarsi al rosso. Come non bastasse non c’è pausa tra i due colori. Solo un automobilista attento percepisce che il lampeggiare del giallo si arresta per qualche millesimo di secondo prima di passare al rosso. Alcuni turisti sono rimasti fermi molti minuti attendendo un verde che non esiste. La viabilità-dedalo ha causato vari intralci al flusso delle auto, con effetti anche pericolosi. Mesi fa un autobus ha agganciato un’utilitaria parcheggiata per errore nel posteggio dei pullman e per poco non c’è scappato il morto nello scontro tra due auto causato dalla scarsa visibilità dovuta alle vetture parcheggiate ai lati della strada. «Parcheggio selvaggio» colpisce un po’ dappertutto senza la polizia municipale riesca a metterci un freno. Anche le rotonde, forse mal calibrate, e indicazioni poco chiare rendono arduo circolare in sicurezza ad Albenga.