Se si alza il gomito l’auto non parte «Angelo custode» anti-ribaltamenti

Ecco i sistemi che mettono al riparo chi viaggia dai rischi. Prevenzione prima di tutto

Sin dagli albori della sua ottantennale esistenza, la Volvo si è guadagnata la fama di casa che ha sempre considerato la sicurezza come un valore irrinunciabile. Un concetto che, anno dopo anno, ha dato frutti di straordinaria importanza che hanno generano un elenco davvero lunghissimo, nel quale figurano dispositivi subito utilizzati anche da altre marche come, per esempio, le cinture di sicurezza anteriori a tre punti piuttosto che il parabrezza stratificato.
L’impegno profuso verso la sicurezza, come accennato, è stato continuo tanto che si può dire che non sia mai stata presentata una Volvo senza qualche nuovo dispositivo di sicurezza o, almeno, un aggiornamento di quelli utilizzati da altri modelli. A questa regola, ovviamente, non sfugge nemmeno la XC60, che propone nuovi sistemi di sicurezza (descritti a lato) che, naturalmente, s’aggiungono a quelli che fanno già parte del patrimonio genetico di tutte le altre Volvo. Un’evoluzione resa possibile dall’applicazione di tecnologie sempre più sofisticate, generate dall’esteso impiego dell’elettronica, che arrivano sia a ottimizzare il comportamento della vettura e a prevenire gli incidenti sia a limitare, in maniera un tempo impensabile, le eventuali conseguenze per le persone. In questo contesto sulla XC60 rientrano, fra i tanti dispositivi offerti di serie o a richiesta, tanto il sistema Awd con Instant Traction delle versioni a trazione integrale e il Blis, che annulla i cosiddetti angoli ciechi dei retrovisori, quanto l’Acc - ossia il cruise control adattivo - ma anche i fari Bi-Xeno attivi e, ancora, il sistema informativo Idis oltre all’ultima evoluzione del sistema di controllo dinamico della stabilità Dstc. Non si può, però, scordare la prossima disponibilità dell’Alcoguard, l’etilometro che mette l’accento sulla necessità di responsabilizzare il guidatore delle proprie condizioni psico-fisiche (è persino in grado d’inibire l’avviamento della vettura) o il Lane Departure Warning che avvisa dell’eventuale superamento delle linee di carreggiata o, ancora, il Roll Stability Control (calcola il rischio di ribaltamento e interviene su motore e freni per scongiurarlo).
Infine, vanno anche ricordati i cuscini di sicurezza posteriori per bambini, regolabili, integrati nella selleria che consentono di sistemare i piccoli ospiti in maniera sicura quando sono a bordo della nuova Volvo, tanto più che sono studiati in modo da ottimizzare l’intervento degli Airbag a tendina.