Se il sindacato è in conflitto di interessi

Le immagini della «grande manifestazione» per la libertà di stampa in Italia indetta dalla Fnsi, il sindacato unico dei giornalisti, il 3 ottobre a Roma a piazza del Popolo? Sono di proprietà della Cgil, il sindacato più a sinistra e antiberlusconiano d’Italia, ma che con i giornalisti non dovrebbe avere nulla a che fare. La scoperta è di alcuni reporter dell’agenzia Apcom, che stanno realizzando un servizio sulla libertà di stampa nel nostro Paese. Per acquistare le immagini della manifestazione si sono rivolti alla Fnsi, che però li ha dirottati alla Cgil. La quale a sua volta li ha inviati alla «Sc Service» di Ciampino, che ha effettuato le riprese. «Alla fine abbiamo avuto le immagini richieste senza pagare i diritti, ma solo grazie alle conoscenze personali, perché mi occupo di sindacato» rivela uno dei giornalisti. Provare per credere. Ci siamo rivolti alla «Sc». «Chi vuole acquistare le immagini?» è stata la risposta dalla società: «Noi comunichiamo il nominativo dell’interessato alla Cgil, che ci deve autorizzare la vendita. Mica le diamo a chiunque…».