Se stare in sella insegna ad essere un leader

Immaginate di poter migliorare le vostre capacità di relazione o di trovare la strada più veloce ed efficace per risolvere alcuni problemi di leadership mettendovi di fronte ad un cavallo ed osservare nelle sue reazioni i vostri limiti e difetti. Succede in Val di Vara dove a settembre ci sarà il primo corso di formazione manageriale pensato e realizzato con l’ausilio del cavallo.
«L’animale permette l’attivazione dei neuroni a specchio - spiega Federica Buonpensiere, ideatrice e fondatrice dell’azienda Hre, Horses Rules Effects -. Facendo degli esercizi a terra con lui, c’è un immediato riscontro del nostro modo di porci. L’animale risponde al nostro modo di relazionarci». All’estero sono già una quindicina d’anni che esiste questo tipo di formazione e se ne sono servite aziende come Hewlett-Packard, McDonald e Vodafone.
«Noi abbiamo iniziato con i privati e abbiamo avuto successo, ora a settembre faremo il primo corso al centro equestre in Val di Vara. Le richieste sono arrivate dalle aziende più svariate». Due giorni, alloggio in Bed and breakfast e il costo del corso che può essere coperto dai cosiddetti fondi interprofessionali. Per garantire una migliore qualità ci sarà un cavallo per cinque persone in modo che tutti riescano a fare gli esercizi con un addestratore in campo.
«Sono animali educati e abituati all’interazione che già usiamo per le scuole di equitazione e la riabilitazione equestre con disabili», conclude Federica Buonpensiere. Insomma, non resta che provare.