«La la la...» Se teatro fa rima con francese

Benedetta Laurà interpreta classici di Baker, Trenet, Greco e Piaf

Cinquanta spettatori al massimo, poche file di gradini che scendono verso il palcoscenico e un cartellone di proposte nuove e interessanti. Sono gli ingredienti del Piccolissimoteatro, situato all’interno dello spazio «Revel Scalo d’Isola» in via Thaon de Revel 3, che ospita ancora oggi lo spettacolo scritto e diretto da Mattia Sebastiano La la la… Quand on est dans la merde jusqu’au cou, il ne reste plus qu’à chanter….
Un «collage», per dirlo in lingua, di musica suonata dal vivo in scena (fisarmonica di Giampietro Marazza, Alberto Leone al pianoforte, Fabio Amodio alla batteria), di canzoni e poesie francesi dai primi del ‘900 agli anni Sessanta interpretate da Benedetta Laurà, attrice e cantante diplomata alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman: un curriculum di tutto rispetto, che la vede protagonista di numerosi spettacoli nei maggiori teatri italiani (Arsenale, l’Out Off, Theatriditalia, Teatro Libero e altri, citando solo Milano) e di tutto il mondo. È Beckett a coniare la frase che fa da sottotitolo allo spettacolo e a sottolineare, quindi, la funzione benefica della musica: le canzoni di Mistinguett, Baker, Trenet, Greco, Edith Piaf, Lama e tanti altri permetteranno di attraversare i diversi periodi del Novecento musicale francese, e, allo stesso tempo, fungeranno da vere e proprie terapie contro qualsiasi sintomo di angoscia, timore e male di vivere.
In caso, però, la cura non riesca a funzionare del tutto, e uscendo dal teatro si avverta ancora la necessità di affogare le tristezze nell’alcol o nel cibo, sarà possibile farlo anche restando nello stesso spazio: il Revel Scalo d’Isola era un’ex fabbrica di tessuti, che ha aperto nel settembre 2007 (con la mostra su Anna Magnani) come centro culturale e d’incontro. Più di 600 mq comprendono diverse sale espositive, il teatro, un bar e il ristorante dove, appunto, sarà possibile recarsi subito dopo lo spettacolo. Idea divertente e nuova del Piccolissimoteatro e il Ristorante Revel è quella di fare i «pacchetti», come quello «Spettacolo e cena dopoteatro», o aperitivo-spettacolo. Le offerte cambiano, per quanto riguarda La la la la proposta non poteva essere che a tema: il «Dopoteatro con cena alla francese», 35 euro più il prezzo del biglietto, ovvero cena con menu di antipasto, primo, secondo e dolce, rigorosamente francese. Per chi dovesse tornare a casa subito dopo il teatro, c’è la possibilità di anticipare la cena con l’«Aperitivo esistenzialista», dalle 19, a base di champagne e assenzio.
La la la…
Spazio Revel Scalo d’Isola
Ore 15.30
Info 02/683185, 02/76009863