Se il tempo è relativo basta una lancetta

La peculiarità e l’originalità di Meistersinger l’abbiamo sottolineata su queste pagine a più riprese, e sta in quella mono-lancetta che scorre inesorabilmente ma con studiata impercettibilità, sul quadrante.
Ciò a cui ha voluto dar vita e comunicare Manfred Brassler, il fondatore di questo brand nel 2001, è più che altro un concetto di assoluta relativizzazione del tempo, tanto da «scomodare» il genio di Albert Einstein, che ebbe ad affermare con coerenza: «Il tempo è quello che si legge su di un orologio». Ore e minuti, dunque, assoluti padroni della nostra quotidianità e della nostra vita per estensione, di cui dettano ciclicamente il contesto, divengono oggetto di un’immaginaria e volontaria interpretazione, tesa a portare il rapporto dialettico su di un piano paritario e non sbilanciato sull’ineluttabilità del loro costante passaggio.
In dieci anni, Brassler e il suo team, hanno declinato l’originaria intuizione in molte varianti (cedendo in qualche caso al richiamo della tradizionale doppia lancetta, ma sempre in modo coerente), sviluppando anche complicazioni come il cronografo (Singular e Monograph), il regolatore (Singulator) e la riserva di carica (Unomatik).
La data analogica caratterizza, invece, il Perigraph, mentre quella a finestrella interrompe l’assoluta essenzialità dell’ultimo nato, il Neo, inquadrato come i modelli succitati nella categoria dei MeisterSinger dotati di funzione aggiuntiva. Richiama alla mente la straordinaria ed effervescente decade dei fifties, in cui un ondata di positività portò il design a liberarsi dai vincoli della formalità e della tradizione.
Atmosfere vintage, dunque, si respirano quando si osserva il quadrante declinato in argento-bianco, avorio, antracite e blu con finitura soleil d’effetto, o ancora bianco, «riempire» completamente il diametro della cassa in acciaio, ridotto a 36 mm, connotata dall’assenza della lunetta: una dimensione adattabile a polsi maschili e femminili, perfettamente aderente ai format dell’epoca.
Equipaggiato con un meccanismo automatico affidabile come il calibro Eta 2824-2 con riserva di carica prevista in 48 ore, il Neo è disponibile, oltre che nella versione mono-lancetta, in una declinazione a due sfere, al prezzo decisamente competitivo di 790 euro.