Se le Tigri asiatiche entrano negli studi

I commercialisti e la competizione globale

«Insieme per lo sviluppo». È questo il significativo titolo del primo congresso nazionale unitario di ragionieri e dottori commercialisti, che rappresenta di fatto il debutto ufficiale della nuova professione economica che nasce dall’Albo unico. Alla prima assise comune nella storia delle due professioni parteciperanno importanti rappresentanti del mondo della politica, della cultura e del giornalismo.
Saranno i presidenti dei due Consigli nazionali, William Santorelli (ragionieri) e Antonio Tamborrino (dottori) ad aprire i lavori, l’8 novembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma.
Subito dopo, si terrà il primo Focus group, sul tema «I presupposti per una riforma delle professioni intellettuali tra tutela degli interessi collettivi e rilancio della competitività», con l’intervento del ministro Clemente Mastella. Partecipano Mario Monti, Luigi Scotti, Michele Vietti, Giuseppe De Rita, Angelo Lalli, Claudio Siciliotti e Francesco Di Stefano: moderatrice, Myrta Merlino.
Intensa la seconda giornata, che si aprirà con un focus group dedicato alla «Proposta per una moderna politica fiscale tra rigore e sviluppo», con l’intervento del viceministro Vincenzo Visco. Partecipano Giorgio Benvenuto, Maurizio Leo, Vincenzo Busa, Ivan Vacca, Mario Damiani e Paolo Moretti: moderatore, Marino Longoni. Seguiranno i workshop, su argomenti di particolare interesse per la professione economica, che tutti i giorni deve confrontarsi con le richieste del mondo economico e imprenditoriale, oltre che con le esigenze dei contribuenti a tutti i livelli. Tra gli argomenti che verranno affrontati, «Ricerca di innovazione e valore quale elemento di crescita profittevole: strategia Oceano blu»», «Entusiasmo nello studio, un modello da seguire: strategia, risultati, carriera», «Creare valore nello studio professionale», «Comunicare la professione: commercialisti tra informazione, pubblicità e deontologia», «L’importanza di costruire un’efficace relazione con il cliente» e infine «Professione locale, competizione globale: la tigre orientale spaventa i nostri clienti?».
Il pomeriggio sarà dedicato all’ultimo Focus group, cui interverrà il viceministro Sergio D’Antoni, dedicato a «Ripresa economica e sistema Italia: il contributo dei professionisti tra istituzioni e mercato». Partecipano Cesare Damiano, Emma Marcegaglia, Giuseppe Bertola, Geminello Alvi, Luigi Angeletti, Giorgio Sganga e Lucia Starola. La conclusione è affidata ai presidenti dei consigli nazionali, che terranno le loro relazioni al termine del dibattito che si svolgerà la mattina del 10 novembre. Tutte le informazioni sul congresso sono disponibili sui siti www.cndc.it o www.consrag.it.